Biologico, è naturale

La produzione biologica rispetta l’ambiente e il modo di lavorare dei nostri nonni, che non hanno mai usato diserbanti e che ci hanno insegnato come curare una vigna in modo naturale. Siamo “bio” da sempre e quest’anno completiamo l’iter previsto dai protocolli per poterlo indicare in etichetta. Il biologico non è un fine, una moda, un traguardo commerciale: è semplicemente il nostro modo di essere.

Un tesoro sottoterra

La terra offre il nutrimento per la vite. Nelle viscere della terra, il succo della vite si perfeziona fino a diventare un gioiello di eleganza e di equilibrio. Le nostre bollicine si affinano nelle miniere della Val Germanasca - le stesse da cui si estrae il talco più pregiato d’Italia - in condizioni ideali: 10 gradi di temperatura e 90 gradi di umidità costanti. Nasce così un piccolo tesoro che riportiamo in superficie per condividerlo con voi.

Ricco di storia

Un vino racconta il territorio che lo produce. I nostri vini, perciò, hanno molto da dire, perché sono espressione della stessa, generosa terra che regala la Pietra di Luserna o un’acqua minerale purissima. Nascono a ridosso delle Valli olimpiche e della montagna di Leonardo da Vinci, sorvegliati dal Monviso, il Re di Pietra. Traggono linfa e nutrimento dagli scambi di idee e cultura che hanno sempre caratterizzato le nostre Alpi: un territorio in cui convivono senza contraddizione le glorie medievali, l’orgogliosa identità dei Valdesi e la vocazione cavalleresca di Pinerolo, città d’elezione del capitano Caprilli.

Sapere e creatività

Abbiamo il piacere di essere seguiti, sin dai nostri primi passi, dall’enologo Gianfranco Cordero, per coniugare i saperi antichi e l’esperienza in vigna con i più moderni metodi di vinificazione.